Per una consulenza legale:  091 6259596  
STUDIO LEGALE INZERILLO AVVOCATI FRANCESCO, GIUSEPPE E LUCA INZERILLO

Gli Avvocati

Professionisti qualificati per consulenze legali affidabili a Palermo

Affidarsi ad esperti in Giurisprudenza accademicamente ben preparati è un fattore imprescindibile nel momento in cui si deve richiedere il supporto di uno Studio Legale per questioni serie. Allo Studio Legale Inzerillo si potrà trovare un team di veri professionisti, con grandissima esperienza del settore e tutte le qualifiche necessarie per risolvere ogni esigenza legale con competenza e tempestività.

Luca Benedetto Inzerillo

Indirizzo - Largo degli Abeti n. 16, 90141 Palermo
Telefono - 091 6259596 | Mobile - 348 9540870
Fax - 091 6259596
E-mail - luca.inzerillo@live.it 
PEC - luca.inzerillo@legalmail.it
Partita IVA - 05056740821
Codice Fiscale - NZR LBN 71S14 G273M
Cittadinanza Italiana
Data di nascita - 14 novembre 1971
Sesso - Maschile 

Esperienza Professionale 

  • Dal 22 novembre 2013 
Lavoro o posizione ricoperti - Abilitazione al patrocinio innanzi alla Corte di Cassazione e alle giurisdizioni superiori

  • Dal 2009 al 2013
Lavoro o posizione ricoperti - Incarico di consulenza legale in favore di una società operante nel settore delle energie rinnovabili

  • Dal 22 novembre 2013 
Lavoro o posizione ricoperti - Abilitazione al patrocinio innanzi alla Corte di Cassazione e alle giurisdizioni superiori
  • Dall'8 novembre 2002 al 30 marzo 2004 
Lavoro o posizione ricoperti - Collaborazione professionale quale “Esperto junior politiche del lavoro”
Principali attività e responsabilità - Analisi fabbisogni
Nome e indirizzo del datore di lavoro - ITALIA LAVORO spa, via Guidobaldo del Monte 60, 00197 Roma
Tipo di attività o settore - Servizi alle pubbliche amministrazioni

  • Dal 19 luglio 2001 
Lavoro o posizione ricoperti - Avvocato (libero professionista)
Quale avvocato del libero foro, il sottoscritto si è occupato e si occupa della difesa di imputati e persone offese in svariati procedimenti penali, dai reati contro la pubblica amministrazione a quelli contro la persona, dai fatti di criminalità organizzata ai reati tributari, ecc.

  • Dal 17 febbraio 2000 al 15 ottobre 2000 
Lavoro o posizione ricoperti - Responsabile di progetto
Principali attività e responsabilità - Affari legali e amministrativi
Nome e indirizzo del datore di lavoro - Associazione SINTESI, c/o facoltà di ingegneria, Università di Palermo
Tipo di attività o settore - Formazione

  • Dall'8 febbraio 1999 al 7 luglio 1999 
Lavoro o posizione ricoperti - Responsabile di progetto
Principali attività e responsabilità - Aspetti legali
Nome e indirizzo del datore di lavoro - Associazione SINTESI, c/o facoltà di ingegneria, Università di Palermo
Tipo di attività o settore - Formazione

Istruzione e formazione 

Formazione post-Universitaria - Dottorato di ricerca in Diritto Comparato (XXII ciclo), conseguito presso Università di Palermo il 13/04/2011 con una tesi dal titolo “Il mercato elettrico”

Titolo di studio - Laurea in giurisprudenza con votazione 110/110, conseguita presso l’Università degli Studi di Palermo il 10.07.1998 con tesi in diritto del lavoro sul lavoro interinale

Abilitazioni

 - Abilitazione all’esercizio della professione forense, conseguita il 10.07.2001
- Abilitazione all’insegnamento delle materie giuridiche e economiche, classe di concorso A019, conseguita a seguito di concorso pubblico indetto con D.D. del 01.04.1999
Altra formazione - fino al 2003: iscrizione e frequenza facoltà di psicologia dell’Università degli studi di Padova

Capacità e competenze personali 
Madrelingua - Italiano
Altre lingue (Ascolto, Lettura, Interazione orale, Produzione orale)
Inglese - Livello: Buono
Francese - Livello: Buono

Giuseppe Inzerillo

Formazione di base:

26 ottobre 1993                                 
conseguimento del diploma di laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Palermo, con votazione di 110/110 e lode (tesi in Diritto Amministrativo dal titolo “I controlli sugli organi di Province e Comuni”, relatore Prof. Guido Corso);   

Specializzazioni:

ottobre 1997
Esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense e per l’acquisizione del titolo di Avvocato superati con il voto di 403/450 (3° classificato nel Distretto di Corte di Appello di Palermo, premiato con la “toga d’oro” quale primo classificato tra gli iscritti al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo);

6 novembre 1997
Iscrizione all’Albo degli Avvocati di Palermo;

22 gennaio 2010
Iscrizione all’Albo degli Cassazionisti presso l’Albo degli Avvocati di Palermo;


Esperienze lavorative:

dal mese di Ottobre 1993
ha prestato stabilmente, dapprima quale praticante, la propria opera professionale nel campo delle discipline penalistiche, presso lo studio legale dell’avvocato Francesco Inzerillo del Foro di Palermo;


Premi e borse di studio:

Dicembre 1995/Dicembre 1996
vincitore (1° classificato) della borsa di studio intitolata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e messa a disposizione dalla Fondazione Falcone di Palermo; titolo del progetto di ricerca: “Ordinamento penitenziario e restrizioni carcerarie”; relatore: Prof. Ferdinando Albeggiani, Ordinario di Diritto penale presso l’Università degli Studi di Palermo;


Titoli accademici:
febbraio 2002
Conseguimento del Titolo di Dottore di ricerca in Procedura penale presso l’Università degli Studi di Palermo.

12 giugno 2013
Conseguimento del DELF “B2” presso l’Institut francais di Palermo.


Attività didattica:
Da Febbraio 2005 al giugno 2013
Attività didattica (docente di procedura penale) prestata presso la Scuola di specializzazione “Ferdinando Parlavecchio”, istituita dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo.


Pubblicazioni di carattere scientifico:

1998
1. Oscillazioni giurisprudenziali sul «congelamento» dei termini di custodia cautelare (nota a Ass. Perugia, 19 aprile 1997, Andreotti ed altri, in Giur. it., 1998, 1006).
2. Disorientamenti interpretativi in via di superamento in tema di provvedimenti cautelari "a catena" (nota a Cass., Sez. VI, 25 novembre 1997, in Giur. it., 1998, 1208).
3. In tema di confisca di valori ingiustificati (nota a Cass., Sez. V, 18 settembre 1997, Cavallari ed altri, in Giur. it., 1998, 1465). 
4. Giurisdizionalità del procedimento di prevenzione ed effettività della difesa nei controlli sulla confisca (nota a Cass., Sez. I, 4 giugno 1997, Scuderi ed altri, in Giur. it., 1998, 2139).
5. L'incompetenza funzionale del giudice per incompatibilità o incompetenza sopravvenuta in forza di sentenze di incostituzionalità (nota a Cass., Sez. VI, 15 gennaio 1998, Romeo ed altri; Cass., Sez. VI, 3 dicembre 1997, Stornelli ed altri; Cass., Sez. I, 25 settembre 1997, Todesco, in Giur. it., 1998, 1902). 
6. La valutazione dell'apporto probatorio del coimputato-testimone tra ambiguità normative, esigenze antiformalistiche e modello legale (nota a Ass. Palermo, Sez. I, 4 dicembre 1997, La Placa, in Giur. it., 1998, 2382). 
7. Il difficile equilibrio tra diritto al «giusto processo» e valore dell'imparzialità del giudice penale nelle sentenze della Corte costituzionale (in Giur. cost., 1998, 1263).


1999
1. In tema di affidamento in prova e tutela della salute (nota a Cass., Sez. I, 16 dicembre 1997, Corallo, in Giur. it., 1999, 121).
2. La prevalenza delle misure patrimoniali antimafia sul fallimento (nota a Cass., Sez. I, 23 marzo 1998, Commisso ed altri, in Giur. it., 1999, 1275).
3. Punti fermi in tema di computo dei termini custodiali (nota a Cass., Sez. VI, 9 luglio 1997, P.M. in proc. De Carlo, in Giur. it., 1999, 376). 
4. Pene accessorie e discrezionalità del giudice (nota a Cass., Sez. un., 27 maggio 1998, P.M. in proc. Ishaka, in Giur. it., 1999). 
5. La nozione di "atto sessuale" al vaglio della Corte costituzionale (nota a Trib. Crema, 21 ottobre 1998, Trotta ed altro, in Giur. it., 1999, 830).
6. Reiterazione di misure custodiali e contraddittorio (nota a Cass., Sez. IV, 16 ottobre 1998, Patanè, in Giur. it., 1999, 1478). 
7. La tutela dei terzi nelle misure di prevenzione patrimoniali (nota a Cass., Sez. IV, 14 aprile 1998, Fallimento Finmanagement s.r.l. in proc. Nicoletti ed altri, in Giur. it., 1999, 1712). 
8. Alla ricerca di un giusto equilibrio tra tutela della salute dell'imputato in vinculis ed esigenze cautelari (nota a Cass., Sez. un., 17 febbraio 1999, Femia, in Giur. it., 1999, 1469). 
9. In tema di interesse ad impugnare tra ottica cautelare e prospettiva penitenziaria (nota a Cass., Sez. VI, 4 maggio 1999, Palumbo, in Giur. it., 1999, 2127). 
10. Appunti in tema di "patteggiamento", revocabilità del consenso ed ottica negoziale (nota a Ass. App. Catania, Sez. III, 21 maggio 1998, Asero, in Giur. merito, 1999, 1048).
11. Commento agli artt. 14 bis, 14 ter e 14 quater, L. 354/1975, in Commentario UTET;
12. Commento agli artt. 48, 49, 50, 51, L. 354/1975, in Commentario UTET.

2000
1. La verifica continua sulla ritualità della custodia cautelare (nota a Cass., Sez. VI, 19 aprile 1999, Muoio, in Giur. it., 2000, 131).
2. Sulla motivazione del fermo di indiziato di delitto (nota a Cass., Sez. I, 29 aprile 1999, Bollo, in Giur. it., 2000, 817).
3. Disorientamenti interpretativi in tema di limiti all’utilizzabilità di dichiarazioni autoindizianti rese in altro procedimento (nota a Cass., Sez. I, 25 febbraio 2000, La Placa, in Giur. it., 2000, 1245).
4. Stato di detenzione e liberazione anticipata (nota a Cass., Sez. I, 21 ottobre 1999, in Giur. it., 2000, 1465).
5. Disorientamenti giurisprudenziali in tema di indulto per reati di droga (nota a Cass., Sez. I, 17 marzo 2000, Arcadi, in Giur. it., 2000, 1901).
6. Carente enunciazione del fatto e nullità del decreto di citazione (nota a Cass., Sez. VI, 10 luglio 2000, in Giur. it., 2000).
7. L’attività integrativa di indagine del pubblico ministero: evoluzione giurisprudenziale e modifiche normative, in Cass. pen., 2000, 3521, 1937.

2001
1. Verso il gravame plurimo (nota a Cass., Sez. III, 10 ottobre 2000, Trapè Viladomat, in Giur. it., 2001, 1003).
2. Sulla neutralità del giudice che abbia emesso sentenza di patteggiamento per un coimputato (nota a Cass., Sez. V, 9 febbraio 2001, in Giur. it., 2001, 1915).
3. La naturalità del giudice penale tra teoria e prassi (nota a T.A.R. Calabria, Sezione staccata di Reggio Calabria, 16 maggio 2001, n. 360, in Giur. cost., 2001, 1749).
4. La nuova disciplina delle contestazioni al vaglio della Corte costituzionale (nota a Trib. Firenze, ord. 6 aprile 2001, in Giusto processo e prove penali, IPSOA, 2001, pag. 277).

2002
1. Sulla neutralità del giudice che abbia emesso sentenza di patteggiamento per un coimputato (nota a Cass., Sez. VI, 15 ottobre 2001, in Giur. it., 2001, 1915).
2. Punti fermi e questioni aperte dopo l'intervento della Corte costituzionale in tema di «giusto processo» (nota a Corte cost., 14 febbraio 2002, n. 36, in Cass. pen., 2002, 1944, 620).
3. Riflessioni "a prima lettura" sul ricorso straordinario per errore di fatto, in Indice penale, 2002, 51.
4. Divieto di processo cumulativo in presenza di riti plurimi (nota a Cass., Sez. VI, 15 ottobre 2001, Fallarino ed altri, in Giur. it., 2002, 1247).
5. Imputato prosciolto, connessione di reati, compatibilità a testimoniare (nota a Cass., Sez. IV, 3 aprile 2001, Di Emidio ed altri, in Giur. it., 2002, 1461).
6. Un approccio riduttivo al problema dell'errore di fatto in Cassazione (nota a Cass., Sez. VI, 20 febbraio 2002, Negri ed altro, in Giur. it., 2002, 2353);



2003
1. Il regime di utilizzabilità delle dichiarazioni dei pentiti rese prima della riforma del 2001(nota a Cass., Sez. V, 1 marzo 2002, Ercolano ed altro, in Giur. it., 2003, 317).
2. Verso nuove forme di deflazione penale (in Giust. pen., 2003, I, 340).

2004
1. Violazione del segreto in camera di consiglio e conseguente inutilizzabilità della testimonianza (nota a Cass., Sez. un., 30 ottobre 2002, in Giur. it., 2004, 601).
2. Gratuito patrocinio e variazioni di reddito (nota a Cass., Sez. I, 4 novembre 2003, Battaglia, Giur. it., 2004, 1229).

2005
1) Imputato e imputazione (voce enciclopedica del Digesto delle Discipline Penalistiche a cura di Alfredo Gaito, UTET, 2005, pag. 729).
2) Restituzione nel termine (voce enciclopedica del Digesto delle Discipline Penalistiche a cura di Alfredo Gaito, UTET, 2005, pag. 1339).

2013
1) Questioni in tema di revisione: condanna patteggiata e assoluzione dei coimputati per insussistenza del fatto (Indice penale, 2013, pag. 305).


Attività professionale (processi più rilevanti seguiti dal 1997 ad oggi):

Per ragioni di tutela della privacy si indicheranno solamente le materie trattate, omettendo il numero del procedimento ed il nome dell’imputato assistito, ferma restando la disponibilità, ove necessario, di fornire tutti i dati relativi ai predetti procedimenti.

Il sottoscritto ha prestato la propria attività in favore di soggetti imputati, tra l’altro, delle seguenti fattispecie delittuose:
• Omicidio; 
• associazione a delinquere; 
• associazione per delinquere di stampo mafioso;
• traffico di stupefacenti;
• omicidio colposo derivante dall’inosservanza delle norme sulla circolazione stradale;
• omicidio colposo derivante da colpa medica;
• omicidio colposo derivante dall’inosservanza delle norme sulla sicurezza sul lavoro;
• diritto penale dell’ambiente;
• rapina;
• furto;
• truffa semplice e aggravata ai danni della Pubblica amministrazione;
• delitti contro la pubblica amministrazione;
• delitti contro l’amministrazione della giustizia (favoreggiamento, calunnia, falsa testimonianza);
• delitti contro la persona (e di violenza sessuale);
• reati informatici.

In altri casi, il sottoscritto ha ricoperto il medesimo incarico quale parte civile nei confronti di persone imputate delle stesse tipologie delittuose.

Sede dello Studio in Via Villa Sperlinga 13

Share by: